mercoledì 25 luglio 2012

Ai Laghi Lausfer da Bagni di Vinadio

Valle Stura - Escursioni da Bagni di Vinadio





Magnifici specchi d'acqua in una conca sospesa e solitaria, al cospetto del Corborant

NOTE TECNICHE

Partenza e arrivo: borgata di S.Bernolfo a Bagni di Vinadio
Dislivello: 880 m
Difficoltà: E
Tempo di percorrenza in salita: 2h,45/3h,15
Segnavia: paline - qualche traccia di vernice
Cartografia: I.G.C.n.7 Valli Maira-Grana-Stura

Accesso Stradale
Da Cuneo si raggiunge Borgo S.Dalmazzo. Da qui si imbocca la strada della Valle Stura, e si supera Demonte, poi Vinadio e si arriva a Pianche. Qui si volta a sinistra ed in circa 5 km si arriva a Bagni di Vinadio.
Dai Bagni si prosegue per la frazione Strepeis, quindi per Callieri e San Bernolfo.
All'inizio dell'abitato si svolta a sinistra su di una stradina sterrata, che dopo circa 200 metri porta ad un ampia zona di parcheggio
Per visualizzare l'accesso stradale utilizza Google Maps sulla barra laterale






Itinerario
Alle prime case dell'abitato (1700 m circa), si devia a sinistra su un'ampia carrareccia che si inoltra, tra pascoli e macereti, nel Vallone di S. Bernolfo.
Affiancato il Rio Corborant sale poi più decisamente con alcuni tornanti.
Transita quindi presso la ristrutturata "Capanna del Corborant" e raggiunge un dosso, passando nei pressi di una cascatella.



Poco oltre, si prende la vecchia mulattiera, che si inalza con diversi tornanti in zona prevalentemente pietrosa.
Raggiunto, dopo lungo percorso, un bivio (q.2250 circa) alla base delle paretine della Beccas del Corborant, si lascia la deviazione al Passo di Barbacana, per proseguire a destra su sentierino che taglia il pendio.
Successivamente supera un piccolo rio, elevandosi poi con diverse svolte tra alcuni massi e rocce montonate, sino a raggiungere, dopo un costone, il Lago Lausfer Inferiore (2501 m cica) incastonato tra dossi rocciosi.

Costeggiando a destra lo speccho d'acqua, si prosegue sino ai laghetti intermedi e quindi al successivo Lago Superiore (2580 m), al fondo del grande pendio detritico, sottostante la Cima del Corborant.





Il ritorno avviene per lo stesso percorso di salita (2h,15/2h,45).