domenica 17 febbraio 2013

da Savona Località "Ciatti" a Cadibona: sull'antica strada Montis Mauri

Escursioni da Savona




Su parte del tracciato dell'antica "Montis Mauri" , un tempo importante strada per i traffici commerciali con la Val Bormida ed il basso Piemonte.
Di interesse, altresì, l'importante impianto funiviario, con gli storici "vagonetti" che trasportano il carbone dal Porto di Savona agli impianti industriali di S. Giuseppe di Cairo.

NOTE TECNICHE

Partenza e Arrivo: Savona, località "Ciatti"
Dislivello: 150m circa
Tempo di Percorrenza andata: 4h
Difficoltà: Turistica
Segnavia:   Bollo Rosso-anche N.20 e N. 14 A (vecchi e deteriorati)
Cartografia: Studio Naturalistico EdM SV2


Accesso Stradale
Da Savona si percorre C.so Ricci in direzione nord, sino al termine presso una grande rotonda dove si prosegue dritti, in direzione Santuario e, dopo breve tratto, si svolta a sinistra per Loc. Ciantagalletto.
Qui giunti, si devia a destra su stretta stradina (indicazione "Ciatti"- Via Maggeni/Via Ciantagalletto) che dopo aver superato una grossa Croce in cemento ed una stazione intermedia delle Funivie raggiunge le case della isolata  Loc. "Ciatti". (280 m circa - 2,5 Km  da Ciantagalletto)







Itinerario
Dalle ultime case della Località "Ciatti" si prende una breve salitella che porta ad un incrocio.
Si prosegue sulla stradina più a sinistra che diventa sterrata - indicazioni per "Cadibona-Cimavalle".
(q. 280m circa).
Si affianca per un tratto la linea funiviaria.
Si effettuano poi alcune ravvicinate svolte in leggera salita, arrivando quindi a Passo Perdoni (q.368m circa-indicazioni per Cimavalle/Pietra Selvatica), dove a destra si dipartono gli itinerari n.18 e 19 (anche segnavia FIE) che conducono in Località Santuario di Savona.



Si prosegue sulla sterrata che con lungo andamento a saliscendi transita per Case Erxo, aggira poi il M. Tremo per arrivare alle Case della Bandita ad alla Casa Nuova.
Superata la deviazione per un maneggio, transita in ultimo presso la tenuta Serafini  e sfocia sulla SP 29 all'inizio dell'abitato di Cadibona q.340m (6,5 km circa dalle ultime case di Loc. Ciatti).


Nota:
Della strada "Montis Mauri" (attuale Montemoro) si ha notizia prima dell'anno 1000. Questa collegava Lavagnola - Cantagalletto (o Ciantagalletto) con il Colle di Montemoro dove si raccordava con la Via Antiqua di Castagneto Regis (via Strà, la strada della Conca Verde) e da qui proseguiva per Cadibona, Altare per dirigersi  verso il Piemonte
Questa strada perse importanza all'inizio dell'Ottocento, quando Napoleone fece costruire la strada militare di Cadibona.

A Lavagnola è opportuna una visita all'antico Ponte dove si trova la Chiesetta di San Martino, risalente al XII Secolo, al tempo destinata ad ospitare ed assistere i pellegrini di passaggio.
La struttura attuale, con l'originale campanile quadrato, chiuso da una cuspide ottagonale, è il risultato di un rifacimento ottocentesco.

(Notizie storiche tratte da: Savona per Noi-Quattro passi a Lavagnola - sito consultabile a http://www.savonapernoi.com/quattro-passi-a-lavagnola/)