martedì 9 novembre 2010

Monte Mondolè

Escursioni dal Rifugio Balma

 




Breve escursione per salire una delle vette più visitate del Monregalese, da effettuarsi specialmente nel periodo della fioritura.
In giornate limpide, vasto panorama dalle Alpi al mare.

E' possibile un ritorno ad anello, del quale non si fornisce descrizione, in quanto risulta piuttosto problematico per gli scarsi e poco evidenti segnavia.  Se fosse meglio tracciato, consentirebbe di percorre i diversi versanti del Mondolè e transitare nei pressi della interessante "grotta ghiacciata", un tempo utilizzata come "cava" di ghiaccio.
Assolutamente da evitare in caso di nebbia.

NOTE TECNICHE

Partenza e arrivo: Prato Nevoso (CN) Rif. Balma 1885 m
Dislivello: 500 m circa
Tempo di percorrenza: salita: 1h,45/2h
Segnavia: tacche gialle/rosse - F3
Difficoltà: E
Cartografia: Alpi Liguri-Blu Edizioni 1:25.000





Dal Rif. Balma (1883 m) si prosegue sulla sterrata, fino alla vicina sella del versante orientale del Mondolè. (Palina indicativa e grande cippo in pietre, a ricordo della costruzione dell'acquedotto di Prato Nevoso).
Si lascia la strada e si segue la traccia che percorre la ripida salita erbosa lungo il tracciato di un impianto sciistico, sino ad un gabbbiotto in legno. Qui si va a sinistra, seguendo i segnavia "rosso-gialli" - "F3". Si supera un costone e si effettua un lungo diagonale sotto le imponenti Rocche Giardina, in una zona ricca di rododendri e splendida fioritura nel periodo appropriato.



L'itinerario prosegue a mezzacosta, sino ad effettuare alcuni tornantini che portano ad un colletto sulla dorsale Ellero-Corsaglia (tra il Mondolè a destra e le Rocche Seirasso a sinistra). Si evita la traccia di sinistra per proseguire a destra sulla evidente dorsale, costeggiando successivamente una zona di doline ed un inghiottitoio carsico. Poco oltre si ignora un sentierino che scende a  destra, per continuare ad innalzarsi sulla ripida costiera, sino ad alcune roccette che precedono la croce di vetta, che possono essere evitate con una breve deviazione a destra.
Il ritorno avviene per la stessa via di salita.