giovedì 3 giugno 2010

Monte Galero dal Colle di S.Bernardo

Escursioni da Garessio

                                                 

Bella e panoramica escursione con possibilità di ritorno ad anello.
A primavera inoltrata stupenda è la fioritura.


NOTE TECNICHE:

Partenza e arrivo: Colle S.Bernardo di Garessio (CN)
Dislivello:  800m circa
Tempo percorrenza:  2h,30 - 2h,45 al M.Galero - 4h,30/ 5h per l'anello completo
Difficoltà: E
Segnavia: AV per la salita-segnali "bianco rossi" della Via Alpina per la discesa.
Cartografia: Studio naturalistico EdM - IM 6
Ultimo Aggiornamento:7/6/13

 

Accesso stradale
Dall'uscita autostradale di Ceva si prende a destra la S.P. per Garessio. All'inizio dell'abitato si devia a sinistra per il Colle S.Bernardo.
Dal Colle S.Bernardo (957), si può percorrere in auto la strada sterrata che conduce in circa 3 km al Bocchino delle Meraviglie. Ciò consente di risparmiare circa 50'/1h di cammino a piedi.
Qualche problema di parcheggio nei giorni festivi.

Nota: La strada sterrata che dal Cole di S. Bernardo porta al Bocchino delle Meraviglie in alcuni tratti è piuttosto dissestata. Conviene pertanto posteggiare l'auto nei pressi del Colle.
Aggiornamento 10/5/17:  dopo circa 1 km dal Colle viene segnalata una frana sulla sterrata in argomento, per cui il transito alle auto è interdetto




Itinerario
Dal Colle di S. Bernardo si segue la sterrata che dopo aver effettuato alcune svolte porta, in circa 1h di cammino,  al piccolo slargo del Bocchino delle Meraviglie (1191m).
Presso il bivio si prende la strada sterrata sulla sinistra e, dopo alcune svolte, sempre sulla sinistra, e opportunamente segnalato, il sentiero dell'AV che porta al M.te Galero ed al Colle del Prione.
Questo percorre lungamente un bel bosco di faggi sino ad incontrare, dopo circa 40', una deviazione sulla destra (variante e scorciatoia), indicata da paline segnaletiche.

Se si prosegue dritti si arriva al Passo delle Caranche e da qui, con bel percorso panoramico, ci si ricongiunge successivamente con la variante anzidetta (considerare in tal caso ulteriori 50' di cammino). 
 
                                                  
 

L'itinerario proposto prevede di seguire la variante che, con numerose svolte su ripida salita, sbocca infine su di una bella e panoramica dorsale.
Da questa si procede a destra arrivando alla base della cupola erbosa del Monte Galero. Si risale quest'ultimo su ripido sentierino e si raggiunge la vetta  (1708m) 
 

 

Ritorno ad anello
Si prosegue sulla dorsale, si aggira sulla sinistra l'elevazione della cima ovest del Galero (1703m) e si scende poi con ripido percorso tra i caratteristici torrioni di pietra, giungendo infine ad una sella.
Qui si lascia il sentiero principale che porta al Colle del Prione, per voltare sulla destra (paline indicative) e prendere la traccia di sentiero che si inoltra in un bella faggeta.
E' questo un tratto della Via Alpina, che occorre seguire integralmente sino al Bocchino delle Meraviglie.
 
 
 
Terminato il lungo tratto in faggeta, il sentiero sbuca su una strada bianca su un'ampia insellatura erbosa (Prato del Poco - 1284m).
Si segue quest'ultima a sinistra, che successivamente aggira un costone e  prosegue con monotona discesa, disturbata da alcuni tratti ghiaiosi.
Si perviene  quindi ad un lieve avallamento, presso una passerella in legno(paline).
Qui si devia su questa, con la quale si supera un breve tratto impervio per poi proseguire su sentiero che attraversa una bella zona boscosa per terminare, dopo alcune svolte in salita, alla Fontana delle Meraviglie. (Deve il  suo nome alla situazione di intermittenza del suo flusso)
Da qui si raggiunge la vicina sterrata che risalita destra riporta in breve allo slargo del Bocchino delle Meraviglie. (1h,40/2h dalla vetta del Galero).   
Seguendo a ritroso la strada sterrata dell'andata si fa ritorno al Colle di S. Bernardo.