martedì 24 agosto 2010

Monte Rama da Lerca

Escursioni da Cogoleto



Da Lerca  la via "classica" di salita  per il versante sud est.
Il  ritorno ad anello consente il periplo del Monte Rama, con suggestive vedute delle ripide pareti utilizzate dagli appassionati come palestre di arrampicata.

NOTE TECNICHE:

Partenza ed arrivo: Lerca, 1 km dopo cappella S.Anna, presso serbatoio acquedotto.
Dislivello: 950 circa
Tempo di percorrenza: in salita 3h/3h,30 - anello completo 6h/6h,30
Difficoltà: E
Segnavia: in salita: bollo rosso - ritorno: due linee rosse
Cartografia: Studio Naturalistico EdM - Carta dei Sentieri SV-1

Accesso stradale
Dal casello di Arenzano dell'autostrada Genova-Ventimiglia, si prende a destra per Cogoleto. All'inizio della cittadina, presso lo stabilimento Stoppani, si prende a destra per Lerca. 
Attraversato il centro del paese, si devia a destra per la Cappella di Sant'Anna. Si prosegue oltre questa per circa 1km sino al serbatoio dell'acquedotto, dove si lascia l'auto.
Per l'accesso stradale utilizza anche Google Maps sulla barra laterale






Per visualizzare la carta dettagliata della zona del percorso vedi:
Tavola GE-02  delle Mini MAPPE OUTDOOR ACTIVITIES di Giorgio Mazzarello



Itinerario
Dal serbatoio dell'acquedotto ( quota 190m circa) si prende un sentiero sulla destra (segnavia bollo rosso) che sale repentino fino ad incontrare una mulattiera. Si prosegue a destra su questa per poi lasciarla e prendere un sentierino ripido sulla sinistra che porta, dopo alcune svolte alle pendici di Punta Coletta (500 m circa).



Si prosegue ancora su sentiero, a tratti un po' rovinato, per raggiungere con alcune svolte le pendici del Bric Camulà, che si percorrono su una bellissima ed antica strada lastricata  sino al Colletto con il M.te Rama  (790m).

La strada si riduce ancora a sentiero e percorre una suggestiva zona di radi boschetti e ripide pareti. Superata la Fonte Rama si arriva, dopo alcuni stretti tornanti, ad un colletto tra grossi massi  dove si si trova un bivio. Si prosegue a sinistra, ignorando la più invitante strada con segnavia "A rossa" che scende. che scende alla Casa Carbonea.
Con ripida salita, superando alcuni tratti di roccette, si giunge infine sulla cima del M.te Rama.

 



Ritorno ad anello

Dalla sommità del M.te Rama si segue inizialmente il percorso sommitale per poi scendere ad un ampio pianoro, dove convergono diversi itinerari escursionistici.
Si prende il sentierino che scende a destra (segnavia due linee orizzontali rosse) che dopo un tratto in zona boscosa arriva ai ruderi della Casa Carbunea, ex avamposto della Milizia Forestale.
Si contorna questa sulla sinistra, si supera quindi la fresca fonte "Spinsu"  dopodichè il sentiero scende con continuità, presentando alcuni tratti piuttosto rovinati ed altri resi maleagevoli a causa di piccole frane.
Al termine della lunga e continua discesa si arriva  alla confluenza di due piccoli torrenti che si supera scavalcando grossi massi presso una costruzione dell'acquedotto.
Ci si immette ora su una mulattiera fiancheggiata da un vecchio tubo dell'acquedotto, che si snoda in zona boscosa e che, dopo lungo percorso interrotto da ulteriori brevi tratti in frana, si ricollega con l'itinerario di salita.
Seguendo quest'ultimo a ritroso si ritorna al punto di partenza (3h,30/4h)