sabato 29 settembre 2018

Dal Passo del Faiallo al Rifugio Argentea per il Monte Reixa e la Rocca Vaccaria





Bello e poco faticoso anello dal Passo del Faiallo al Rifugio Argentea, sulla panoramica dorsale del Monte Reixa e della Rocca Vaccaria. 




Partenza e Arrivo:  Passo del  Faiallo - Urbe (SV)
Dislivello: 260m circa
Tempo di Percorrenza: 2h circa dal Faiallo al Rif. Argentea - 3h/3h,30 l'anello completo
Difficoltà: E
Segnavia: all'andataquadrato vuoto rosso-bolli blu - segni bianco rossi dell'AV. Al ritorno: 3 bolli                      gialli - segni bianco rossi dell'AV
Cartografia:  Studio Naturalistico EdM SV-1


Accesso stradale
- Dal casello di Albisola dell'autostrada Genova-Savona, si va a sinistra e si sale a Stella, quindi a Giovo ligure e poi Sassello. Da qui si prosegue per Palo, quindi S.Pietro, Vara sino al Passo del Faiallo.
- Dal casello di Voltri dell'autostrada Genova-Savona si gira a destra e si raggiunge Voltri. Da qui si prende la strada per Ovada. Subito prima della galleria del Turchino si gira a sinistra e si prosegue sino al Passo del Faiallo
Si può trovare posteggio per l'auto in alcuni slarghi ai bordi della strada provinciale nei pressi dell'area pic-nic antistante l'albergo ristorante "La Nuvola Sul Mare", oppure nei presso l'inizio del tratto dell'Alta Via Faiallo-Pratorotondo





Itinerario
Dalla strada del Faiallo (q1044m), si imbocca il tratto N° 20 dell'Alta Via dei Monti Liguri che dirige a Pratorotondo (tabella indicativa).
Ci si inoltra nella faggeta e dopo breve tragitto si abbandona la deviazione dell'AV sulla destra che porta al vicino Albergo Ristorante "La Nuvola sul Mare". Si continua dritti sino ad attraversare la ripiano erboso di "Cian de Toe", crocevia di vari sentieri (paline indicative)
Ad un successivo bivio si prende come riferimento il tracciato con segnavia "quadrato rosso vuoto" (palina indicativa), con il quale si rientra in zona boschiva e poi si sale sino ad incontrare uno eccezionale poggio panoramico.
Con ulteriore percorso in faggeta si perviene sullo spartiacque con bella veduta sul percorso di crinale del Monte Reixa.
Si sale ulteriormente lungo la dorsale erbosa e allorchè questa spiana leggermente, si trova sulla sinistra una sorta di anticima con un evidente pilone votivo, detto "Il Tabernacolo".
Si continua ulteriormente a salire ed in breve si raggiunge la sommità del Monte Reixa, dove si trova una piccola croce in ferro e statuina della Madonna (q.1183m - 30 minuti circa dal Faiallo). Vasto il panorama su gran parte della costa ligure e sulle Alpi.

Dalla vetta si continua sulla dorsale seguendo una evidente traccia di sentiero, segnalato dallo scolorito segnavia "due bolli blu", che scende sino a raggiungere il Passo di Vaccaria, dove ci si ricongiunge con il tracciato dell'Alta Via dei Monti Liguri, precedentemente lasciato.
Si sale ulteriormente e si incontra la deviazione a destra (tabella in marmo e segnavia "V bianca") che in breve conduce sulla sommità della Rocca Vaccaria (q.1164m -  Madonnina).

Ritornati al punto della deviazione, si prosegue sul versante marittimo della Rocca seguendo l'Alta Via, che dopo lungo tratto prende poi a scendere e raggiunge il Passo della Crocetta, sbucando su ampia sterrata. Quest'ultima sarà utilizzata per il ritorno ad anello.

Si prosegue sulla sterrata a sinistra, si abbandona l'Alta Via e si raggiunge la Cima di Pian di Lerca dove sorge il Rifugio Argentea (q.1088m).
Esteso e splendido il panorama.




Itinerario di ritorno
Dal Rifugio Argentea si ripercorre l'ultimo tratto del percorso di andata sino al bivio nei pressi del Passo della Crocetta.
Da qui si continua sull'ampia carrareccia, segnalata inizialmente da "ometti" in pietra e successivamente dal segnavia "tre bolli gialli" disposti a triangolo.
Si supera una recinzione che delimita una vasta zona adibita al pascolo di asini, dopodichè si prosegue in leggera salita, si effettuano poi alcune svolte per scendere sino ad incontrare una deviazione sulla destra, segnalata da apposita "palina" recante l'indicazione "Faiallo".

La deviazione consente di "tagliare" il percorso scendendo su di un pendio erboso per riprendere, al termine di questo, il percorso sulla carrareccia precedentemente lasciata.
Si prosegue ulteriormente sull'ampia sterrata che percorre le pendici nord della Rocca Vaccaria e del Monte Reixa.
Superata poi un'altra recinzione della zona adibita a pascolo, la carareccia si trasforma in sentiero.
Poco oltre questo devia a destra, sale leggermente ed attraversa un bel boschetto di faggi; sbuca poi in zona erbosa sino ad incontrare, presso un bivio, il tracciato dell'A.V.M.L.
Si segue quest'ultimo che prende poi a scendere in una bella faggeta per arrivare nella zona della Palazzina Tassara (fonte).
Da qui si prosegue inizialmente quasi in piano, per poi salire decisamente sino ad arrivare all'Albergo Ristorante "La Nuvola sul Mare".
Da qui si raggiunge la Strada Provinciale e la zona di partenza dell'itinerario.